en

Alberonero è designer, pittore e scultore.
Nasce a Lodi (IT) nel 1991, a quindici anni scrive poesie e sperimenta la pittura in relazione allo spazio fisico attraverso i graffiti, giocando con lettere, forme e colori.

Nel 2013 si laurea in Design di Interni al Politecnico di Milano dove fonde la teoria con l’esperienza e sviluppa un approccio trasversale alla creazione capace di connettere pensieri con discipline fra loro differenti.
Dal 2012 studia la percezione del colore e ricerca un codice che possa ridurre al minimo il linguaggio visivo. Per sei anni, nello spazio pubblico, dipinge solo sequenze di cromie ordinate attraverso una griglia geometrica, strumento di indagine del rapporto trama tematica, poetica e sensazione.

Dal 2017 l’interesse dell’artista muove verso la materia e la costruzione di dispositivi composti di materiali poveri legati al mondo dell’edilizia e dell’agricoltura come cemento, ferro, legno, reti agricole, ma anche tessuti, gesso e vetro, chiamati raccontare un mondo super-naturale. La pratica della costruzione trova forma nella natura, in installazioni nate dall’ascolto sensibile del sito di azione, dalla volontà di “essere luogo”, di annullare il confine tra il sé e il fuori e di partecipare allo spazio in senso poetico.

Alberonero ha realizzato progetti installativi, espositivi e workshop in Italia e in diversiPaesi del mondo tra cui, Francia, Ucraina, Spagna, Polonia, Germania, Indonesia, StatiUniti e Arabia Saudita.

Alberonero è designer, pittore e scultore.
Nasce a Lodi (IT) nel 1991, a quindici anni scrive poesie e sperimenta la pittura in relazione allo spazio fisico attraverso i graffiti, giocando con lettere, forme e colori.

Nel 2013 si laurea in Design di Interni al Politecnico di Milano dove fonde la teoria con l’esperienza e sviluppa un approccio trasversale alla creazione capace di connettere pensieri con discipline fra loro differenti.
Dal 2012 studia la percezione del colore e ricerca un codice che possa ridurre al minimo il linguaggio visivo. Per sei anni, nello spazio pubblico, dipinge solo sequenze di cromie ordinate attraverso una griglia geometrica, strumento di indagine del rapporto trama tematica, poetica e sensazione.

Dal 2017 l’interesse dell’artista muove verso la materia e la costruzione di dispositivi composti di materiali poveri legati al mondo dell’edilizia e dell’agricoltura come cemento, ferro, legno, reti agricole, ma anche tessuti, gesso e vetro, chiamati raccontare un mondo super-naturale. La pratica della costruzione trova forma nella natura, in installazioni nate dall’ascolto sensibile del sito di azione, dalla volontà di “essere luogo”, di annullare il confine tra il sé e il fuori e di partecipare allo spazio in senso poetico.

Alberonero ha realizzato progetti installativi, espositivi e workshop in Italia e in diversiPaesi del mondo tra cui, Francia, Ucraina, Spagna, Polonia, Germania, Indonesia, StatiUniti e Arabia Saudita.

2021

Paléo dei campi abbandonati, LOAM – Land Open Art Museum Residency — Monte Ginezzo, Cortona, Italia

Ara, SPIn OfF — Officine Fratti, Perugia, Italia

“Campo Libero. Un posto dove provare”, Festivalfilosofia — Consorzio Creativo, Modena, Italia

Miacromia — Galleria Varsi, Roma, Italia

“Riabitare il mondo”, curato da Giovanni Caudo e Martina Pietropaoli — Quodlibet Studio, Roma, Italia

“141 - Un secolo di disegno in Italia”, collective show, curato da Maura Pozzati e Claudio Musso — Fondazione del Monte, Bologna, Italia

2020

Campo — Campogalliano, Italia

Pila, TraMe - Tracce di Memoria — Rieti, Italia

Monte Immagine, C.U.R.A. Residency, in collaborazione con STUDIO STUDIO STUDIO — Vallo di Nera, Italia

Wunderkammer, “macchina” delle meraviglie, curato da Francesca Borea e Giulia Pederzini, Festivalfilosofia — Modena, Italia

2019

48 toni, Escalier de Bercy Parigi, Francia

Duna, “Gharfa”, curato da STUDIO STUDIO STUDIO — Riyadh, Saudi Arabia

Molo, Fabric — Fall River, USA

Salse di Nirano, atto performativo — Riserva naturale delle Salse di Nirano, Fiorano Modenese, Italia

Dispositivi di visione, Sussulti — Palomonte, Italia

“Visioni Urbane”, collective show, Palazzo Giangrandi — Faenza, Italia

“Supernaturale”, solo show — Galleria Varsi, Roma, Italia

“Abstracta, da Balla alla Street Art”, collective show — Galleria Edieuropa, Roma, Italia

“A.D.N.”, collective show — Galerie Slika, Lione, Francia

“Organised Chaos”, collective show — Magma Gallery, Bologna, Italia

2018

Invisibile, Idolove — Dolo, Italia

The time of rice, Noa Noa Art residency — Bali, Indonesia

86 + 73, Viavai Project, Periferica — Mazara del Vallo, Italia

Prisma — Alcamo, Italia

“Abstracta, da Balla alla Street Art”, collective show — Museo Gagliardi, Noto, Italia

Supercivita, CVTà Street Fest — Civitacampomarano, Italia

Marea, curato da Cufù, Ru_a — Pozzallo, Italia

“#Untitled?”, collective show — Galerie Slika, Lione, Francia

“Avanzamento Progressivo”, Altrove — Milano, Italia

“Architettura morbida and Contemporary tapestry”, collective show, curato da I-MESH, Salone del Mobile — Milano, Italia

“Emplazamiento, luz, color, espacio” collective show, Espacio Cavallero — Buenos Aires, Argentina

2017

“All About Prints”, collective show — Galerie Slika, Lione, Francia

Villa 26, residencia Barrio Puente — Buenos Aires, Argentina

5x5, Biennale del Muro Dipinto — Dozza, Italia

“Blurring the Lines”, collective show — Plastic Murs Gallery, Valencia, Spagna

"Altro Paesaggio", solo show, in collaborazione con Sirio Vanelli — Ritmo Gallery, Catania, Italia

“As far as the eye can see”, solo show — Magma Gallery, Bologna, Italia

Arno, Welcome to Pisa — Pisa, Italia

Artena, LiveArtena — Artena, Italia

“I Novantiani. Giovinezza della pittura”, collective show, curato da Camillo Langone — Castello di Castellabate, Salerno, Italia

Würfl 120 toni, Kulturweg — Pfaffenhofen, Monaco, Germania

70 toni, “Abstract / Realism”, collective show — Affenfaust Galerie, Amburgo, Germania

43 toni, Cheap Festival — Bologna, Italia

Soaring, Farm Cultural Park — Favara, Italia

Kinu, Salone del Mobile — Milano, Italia

“Parata Pirata”, curato da Gramm publishing — Venezia, Italia

“Abstractism”, collective show — Galleria Varsi, Roma, Italia

“Livelli”, collective show — Galleria Varsi, Roma, Italia

2016

“Dal caso nasce cosa”, di Libri Finti Clandestini — Libreria Galleria Demetra, Milano, Italia

“The great man of tomorrow” — De Angeli MM1, Milano, Italia

“S/visto”, curato da Giacomo Spazio — Santeria Social Club, Milano, Italia

Due in Uno, Verso Sud — Corato, Italia

Rosso Verona, curato da ZOE — Arena di Verona, Verona, Italia

“Left the right”, collective show — Lodi, Italia

Tre Colli, Altrove Festival — Catanzaro, Italia

“Abstractism, Humanize Landscape”, collective show, Altrove Festival — Catanzaro, Italia

Distance, Cufú — Castrofilippo, Italia

Big City Life, Biennale di Venezia — Venezia, Italia

City after the City, curated by Nina Bassoli, XXI Triennale Esposizione Internazionale — Milano, Italia

“Toujours Béton”, collective show — Galerie Slika, Lione, Francia

Mañana, Poliniza Dos — Valencia, Spagna

Paradiso Inclinato”, collective show, curato da Luca Tomìo — Ex Dogana, Roma, Italia

Voltio, in collaborazione con 108 and CT — Madrid, Spagna

2015

Basketball Court — Ex Dogana, Roma, Italia

Light up 135 toni, Agorinasce — Casapesenna, Italia

“Dicotomia”, solo show, in collaborazione con Martina Merlini, Atipografia — Arzignano, Italia

Two crossing planes 73 toni, PaGe — Genova, Italia

Largo castello, Visione Periferica — Mosciano Sant’Angelo, Italia

64 toni, V9 Gallery — Varsavia, Polonia

Black Circle Festival 6Busthyno, Ucraina

Caseddu Vacante, Viavai Project — Salento, Italia

Porco Benvenuto, Altrove Festival — Catanzaro, Italia

A Carlo Alberto, Big City Life — Roma, Italia

“Viavai Project”, collective show — Don Gallery, Milano, Italia

2014

Norme di paesaggio — Campidarte, Italia

Miscita — Farm Cultural Park, Favara, Italia

Black Circle Festival 5Uzhgorod, Ucraina

Defraggler, Sale Festival — Offida, Italia

“Viavai Project”, collective show — Casarano, Italia

By Stefano 36 toni — Enziteto Real Estate, Bari, Italia

2013

Interior Design Project for Meridiani USA — Art Basel, Miami, USA

Garten, Art Kitchen — Milano, Italia

Ghetto, SNPS, Antrachite — Lione, Francia

2012

Creature Festival — Lodi, Italia

SNPS — Lodi, Italia

Interior Design Lab — Urban Center, Milano, Italia

2011

Creature Festival — Lodi, Italia

Lectures and workshops
2021

Le direzioni dell’arte: Codici e visioni per una grammatica immaginativa, talk con Luca Mikolajczak e Paolo Nardon, SPIn OfF — Officine Fratti, Perugia, Italy

Praticare il paesaggio, talk, Mosto Festival — Poderi dal Nespoli, Nespoli, Italy

2019

Teoria della percezione e psicologia della forma, lecture, curato da Claudio Musso — Accademia G. Carrara, Bergamo, Italia

Supernaturale, narrare l’invisibile, lecture per “Dottorato di Paesaggi della Città Contemporanea”, curato da Giovanni Caudo e Martina Pietropaoli — Università RomaTRE, Roma, Italia

NABA Wall, workshop per gli studenti universitari— NABA Nuova Accademia Belle Arti, Roma, Italia

2018

Colorare il paesaggio, performance and school workshop — Montecatini Terme, Italia

2016

The relationship between space and colors: front, background and border, lecture & workshop — SOU-architecture school, Farm Cultural Park, Favara, Italia

Oltre il decoro: arte pubblica e rigenerazione umana, lecture — Chiostro Palazzo Gioia, Corato, Italia

Landscape abstraction and experimentation of sensations, workshop for student of agronomy school — Batroun, Libano

I colori sono infiniti, workshop for university students — NABA Nuova Accademia Belle Arti, Milano, Italia