en
Artena
Artena, Italia
2017

L’installazione é un volume che giace sulla strada, un corridoio elegante e leggero. La presenza di una griglia prospettica alternata ad accecanti riflessioni é simbolo di futuro e sinonimo di era digitale, bianca per la relazione con le nuvole a non intaccare il paesaggio circostante. Le soglie rappresentano i momenti del passaggio verso l’alto per scandire in intervalli il movimento. I tessuti semitrasparenti posti sui portali sono il morbido cambio di luce dell’architettura, quasi invisibili sono colorati e si mimetizzano con ciò che abbiamo intorno, filtrando il contesto in chiave di colore.

PLAY
STOP

Photo ©Francesca Iovene ©Marco Boselli

Previous
Next